Tartufai Lariani

TUBER AESTIVUM VITTADINI

 

Nome volgare: tartufo nero d’estate, scorzone.

CARPOFORO: 2-10 cm, in genere rotondeggiante e talora con una depressione; può raggiungere pezzature anche intorno al mezzo chilo.

PERIDIO: a superficie verrucosa, di colore nero, con verruche piramidali, sporgenti, di grosse dimensioni, che gli conferiscono una tipica rugosità ed una certa consistenza.

GLEBA: prima bianca poi generalmente di color nocciola, più o meno giallastra nei tartufi maturi,;è solcata da numerose venature biancastre, alcune sottili altre più larghe, moltoramificate e variamente anastomizzate.

SPORE: giallo-scuro in massa, tondeggianti o subovali, 18-41 x 14-32 μm, irregolarmente reticolate o alveolate, con papille cortissime e pochi aculei.

ASCHI: leggermente peduncolanti o globosi, 60-95 x 50-80 μm, mono o tetrasporici, raramente esasporici.

PROFUMO: non molto forte e gradevole che ricorda vagamente l’aroma dei funghi; più intenso a completa maturazione.

SAPORE: simile a quello dei porcini.

Periodo di raccolta:

In provincia di Pavia dal 15 giugno al 30 agosto, dal 15 settembre al 30 novembre.

In provincia di Brescia dal 1 giugno al 30 novembre

In tutto il territorio regionale dal 15 luglio al 30 novembre

Sotto querce, roverella, noccioli carpini e pini

ShinyStat

 
Google+