Tartufai Lariani

TUBER MESENTERICUM VITTADINI

Nome volgare: tartufo nero ordinario già tartufo di Bagnoli. Mesentericum perché la forma ricorda l’intestino.

CARPOFORO: generalmente di piccole dimensioni è raramente più grosso di un uovo di gallina; diforma globosa con una classica e ben evidente depressione basale.

PERIDIO: verrucoso di colore nero, con verruche molto piccole fitte e minute ma con spigoli acuti.

GLEBA: grigio bruna, grigio-giallastra o marrone, con venature bianche, chiaramente disposte a labirinto..

SPORE: ellittiche o sub globose di colore bruno, grosse 27-53 x 23-37 µm, reticolate alveolare, con creste membranose di diversa altezza. 

ASCHI: a sacco contenenti 1-3 spore.

PROFUMO: spiccato e caratteristico che ricorda il bitume o lo iodoformio che viene anche chiamato acido fenico, odore che si dissolve durante l’utilizzo in cucina

SAPORE: non molto grato e leggermente amarognolo.

Periodo di raccolta:

dal 1° settembre al 31 gennaio si trova sotto carpini.

ShinyStat

 
Google+